Tintura con frutta e verdura

I coloranti naturali sono sempre stati utilizzati dai nostri antenati nella colorazione degli indumenti e sono ancora in uso in alcuni paesi.
La crescente attenzione alla sostenibilità e il desiderio di soluzioni atossiche e body-friendly hanno spinto alcuni ricercatori italiani a sperimentare metodi di tintura dei capi basati sull’utilizzo di elementi naturali quali frutta, verdura.
Alcuni importanti brand nel modo dell’abbigliamento si stanno già avvalendo dei frutti di queste ricerche.
Madiva è la prima azienda nel settore dell’intimo a proporre capi tinti con frutta e verdura.
Questo progetto è per noi un impegno morale e sociale, quindi la veridicità di quanto dichiariamo è attestata da certificazioni e brevetti rilasciati da organi competenti.

Occorre tornare alla natura:
in ciò che si mangia,
in ciò che si respira,
in ciò che si indossa.
È sempre più una necessità che una moda.

Acque pulite

È risaputo che il procedimento tintoriale tradizionale produce decine di milioni di tonnellate di acque reflue contaminate da diversi agenti chimici, tra cui molte sostanze nocive come solfuro di sodio, anilina, solfato di rame, formaldeide, cianuro, eccetera. Se non adeguatamente smaltiti, provocano gravi danni all’ambiente e, dunque, alla salute. Le tinture alla frutta e verdura, sono un’alternativa naturale, non generando liquami chimici di scarto.

Verso un futuro ecosostenibile

Ad oggi non possiamo ancora risolvere definitivamente il problema dell’inquinamento da coloranti chimici ma, promuovendo con forza le tinture alla frutta,in primis nei settori dell’underwear, possiamo sradicarlo almeno in parte, apportando così un grande contributo in chiave ecologica. Vogliamo promuovere una vera e propria riforma ecologica della fabbricazione tradizionale e costruire un sistema industriale a ridotte emissioni di CO2 e fortemente orientato al riciclo.

Qualità e solidità dei colori

Nulla come la Natura è in grado di regalare infinite varietà di sfumature e colori. La stessa varietà che si può ritrovare in un capo tinto col pigmento ricavato da un frutto, da un fiore o da una verdura. La solidità del colore al lavaggio è ottima: di livello 4 su 5 misurata secondo lo standard qualitativo internazionale. Trattandosi di una tintura naturale, dopo ripetuti lavaggi il colore può cominciare pian piano a degradare dando pero’ effetti di sfumature nuove con un aspetto vintage . Gli unici piccoli accorgimenti per mantenere il colore originale più a lungo possibile sono l’asciugatura senza esposizione diretta al sole e la temperatura del ferro da stiro non troppo elevata.

Salute per la pelle

Quasi tutte le forme di allergia, di intolleranza e d’irritazioni cutanee, sono dovute agli elementi chimici presenti nelle fibre. Per star bene con noi stessi e con l’ambiente che ci circonda, i tessuti e le tinture che li colorano dovrebbero essere il più possibile ecosostenibili, ecologici e naturali. La nostra tintura con purissima purea di frutta vede l’aggiunta di meno del 2% di agrappante in sintesi chimica e può dirsi naturale come da normativa europea del REACH. Questo tipo di tintura con purea di frutta e verdura è particolarmente adatta per i tessuti destinati ad entrare in contatto diretto con il corpo, quindi per i capi di maglieria intima.

Colori tintura con frutta e verdura in Lana Seta

Mirtillo

Carbone Vegetale

Cacao

Carota Nera

Liquirizia

Colori tintura con frutta e verdura in Cotone organico

Mirtillo

Carbone vegetale

Prato

Frutti di bosco

Cacao

Mela verde

Limone

Le eventuali discromie di colore non sono un difetto, ma il risultato delle tinture naturali